Elogio del riposo

Domenica, giorno di riposo per eccellenza, in quanto Dio prima di tutti, si riposò dopo aver creato l’Universo. E se persino Lui decise di tener ferme le mani, allora perché noi non dovremmo farlo?

Da non credente, ma da profondo amante delle religioni e della loro produzione filosofica, penso che dovremmo “ascoltare” e imprimere dentro di noi questo racconto.

Tant’è vero che oggi non scriverò un articolo “impegnato”, con un argomento da trattare e analizzare, come per gli altri lavori. Mi limiterò ad elogiare brevemente il riposo.

Star seduti sulla terrazza a pensare a nulla, riposare le membra stanche e spossate, sentire sulla pelle la dolce brezza estiva. Il cane che abbaia in lontananza, la macchina che sfreccia e il cicalio degli insetti sono i protagonisti assoluti di questo meraviglioso silenzio.

La luce del sole è ancora alta nel cielo, ma presto calerà, si alzeranno le ombre e si animerà la città in festa.

Domeniche estive, giorni magici e mai banali. Auspico che il riposo sia sempre rispettato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...